Cinema a Portoferraio

PROGRAMMAZIONE DAL 27 NOVEMBRE AL 10 DICEMBRE

Cinema Nello Santi c/o Centro De Laugier, Centro storico, Portoferraio

Tel. 328 0817565

Ghostbuster Legacy di Jason Reitman
-Sabato 27 novembre ore 21.30
-Domenica 28 novembre ore 21.30
-Lunedì 29 novembre ore 21.30

Encanto di Jared Bush
-Sabato 27 novembre ore 16.00 e ore 18:00
-Domenica 28 novembre ore 16.00 e ore 18:00

 

CINEMA D’AUTORE – Ore 21:30

Venerdì 26 Novembre – Respect di Liesl Tommy

Venerdì 3 Dicembre – Destini di Luciano Luminelli

Venerdì 10 Dicembre – Freaks out di Gabriele Mainetti

 

INGRESSO : € 8,00, ridotto € 6,00

Trame

Ghostbusters 3 – Legacy, film diretto da Jason Reitman, è il terzo capitolo dell’omonima saga, inaugurata nel 1984 con la regia di Ivan Reitman. Questa volta gli Acchiappafantasmi tornano in una nuova avventura che vede protagonista una piccola famiglia, formata da Callie (Carrie Coon) e dai suoi due figli, Phoebe (Mckenna Grace) e Trevor (Finn Wolfhard). Dopo essere rimasti senza un soldo, i tre si trasferiscono a Summerville in una fattoria isolata e macabra, ereditata dopo la morte del nonno. Nella cittadina iniziano a manifestarsi strani fenomeni: piccole scosse fanno tremare la terra, ma non sono collegabili a nessun movimento sismico.
Un giorno Phoebe trova nascosto in salotto uno strano marchingegno e decide di portalo a scuola, causando l’entusiasmo del suo insegnante, Mr. Grooberson (Paul Rudd). L’uomo le rivela che il macchinario è una copia perfetta di una trappola per fantasmi e, convinto che i sismi siano riconducibili ad attività paranormali, racconta a Phoebe di come New York, invasa negli anni ’80 dagli spiriti, sia stata messa in salvo da un team di Acchiappafantasmi. Ma la trappola non è affatto una copia e Trevor e Phoebe, seguendo le orme di un passato a loro sconosciuto fino a quel momento, si improvviseranno cacciatori di fantasmi per salvare la cittadina di Summerville dalla sua anomala attività sismica …

Encanto, film diretto da Jared Bush, Charise Castro Smith e Byron Howard, è ambientato tra le montagne della Colombia, in una straordinaria e magica città di nome Encanto. Il film segue la storia della giovane Mirabela, l’unica della famiglia Madrigal che non ha alcun tipo di potere magico. Ogni bambino e adulto della famiglia, infatti, possiede una dote speciale, dalla superforza a incredibili capacità di guarigione, fornite sin dalla nascita dalla Casita magica in cui abitano. Ma è proprio per questo motivo che Mirabela si sente spesso inadeguata e diversa dagli altri.
Nel momento in cui la cittadina di Encanto sarà in pericolo e la sua magia sembra prossima alla fine, Mirabela, la ragazza senza dono, rappresenterà l’unica possibilità di salvezza per la sua famiglia. È così che la giovane si mette in viaggio per capire come fermare il disastro. Riuscirà a salvare la magia lei, che non ha alcun potere?

 

Museo Napoleonico di Villa dei Mulini

mulini2

Residenza ufficiale di Napoleone e della sua corte durante il suo soggiorna all’Elba.

Fu costruita circa un secolo prima del suo arrivo presso alcuni mulini a vento che sfruttavano dalle loro posizioni elevate le brezze marine.

Molto interessanti i mobili (d’epoca), le armi, i quadri, la biblioteca dell’Imperatore ed il giardino, con splendida vista sul golfo.

Orari:
24 visitatori a turno. Visita in max. 50 minuti a turno.

Lunedì: 14:00 – 18:30
Martedì: chiuso
Mercoledì: 09:00-13:30
Giovedì: 14:00- 18:30
Venerdì: 09:00-13:30
Sabato: 09:00-13:30
Domenica: 09:00-13:30

Ingresso libero per i visitatori di meno di 18 anni o più di 60.

Considerando il ridotto numero di posti disponibili è raccomandata la prenotazione e il rispetto degli orari.

Ufficio prenotazioni: +39 0565  915846

Biglietti: € 5.00 intero / €2.00 ridotto

mulini

Museo Napoleonico di San Martino, Elba

Museo di Napoleone della Villa di San Martino

Napoleone acquistò la piccola casa nella vallata di San Martino facendosi prestare i soldi dalla sorella Paolina.

Intendeva farne la sua residemza estiva, ma in realtà la abitò pochissimo, preferendo andarci nelle ore più fresche a godersi la campagna in compagnia di dame e contadine. La piccola “maison rustique” venne restaurata e decorata dal pittore Ravelli. Continue reading

Il Teatro dei Vigilanti “R. Cioni”

Il Teatro dei Vigilanti è un piccola chicca, situata nel cuore di Portoferraio, una fra le tante tracce del breve soggiorno di Napoleone all’Elba.

Spinto dalle sollecitudini della sorella Paolina che voleva a tutti i costi un luogo di feste e di cultura, Napoleone fece trasformare in teatro una preesistente chiesa sconsacrata dedicata alla Madonna del Carmine (XVII sec.), cappella dell’omonimo ospedale commissionato dal Marchese Sorbello nel 1617 situata vicino alla Villa dei Mulini dominante Portoferraio.

Essendo in restritezze economiche Napoleone riuscì comunque a concludere i lavori ed inaugurare il teatro il 24 gennaio 1815 reperendo i fondi necessari mettendo in vendita i 65 palchetti ai più abbienti dell’isola riuniti nell’Accademia dei Fortunati con una forma di finanziamento privato i quali fecero a gara per acquistare un posto a teatro e dimostrare a tutti il proprio stato sociale.

Teatro dei Vigilanti a Portoferraio, Elba

Il teatro a suo tempo aveva quattro ordini di palchi sormontati da un loggione e si presentava con una pianta a ferro di cavallo. Il sipario e le decorazioni pittoriche interne furono realizzati dal pittore piemontese Antonio Revelli, quelle a stucco dal livornese Campolmi. Da un foro del soffitto centrale veniva calato un enorme candeliere. L’acustica era perfetta.

Paolina Bonaparte era colei che organizzava tutti gli avvenimenti a teatro: spettacoli, concerti e anche feste danzanti dato che le sedie erano amovibili. Il giorno precendente alla fuga di Napoleone per ritornare in Francia avvenuta il 26 febbario del 1815 fu organizzata una bellissima festa d’addio un pò per mascherare l’imminente precipitare degli eventi, un pò per congedarsi dalla società di Portoferraio.

Un restauro nel 1922 modificò in loggione il quarto ordine di palchi e vennero rinnovati i camerini e le tappezzerie ma il teatro chiuse nel 1952. L’ultimo restauro risale al 1980 recuperando il teatro all’attività culturale. Dal 2015 è stato dedicato al famoso tenore elbano Renato Cioni che ha interpretato i successi della lirica assieme a importanti voci come Maria Callas.

Oggi offre  importanti appuntamenti teatrali e musicali anche di livello internazionale come il Festival Internazionale “Elba Isola Musicale d’Europa” che ogni anno fa sognare gli spettatori.

Da notare che il sipario originale dipinto dal Ravelli con Napoleone nelle vesti di Apollo è stato conservato nei secoli. La scelta dell’episodio di Apollo che sovrintende agli armenti di Admeto, re di Tessaglia, rivela chiaramente un parallelismo tra l’esilio a cui fu costretto Apollo e il soggiorno di Napoleone all’isola d’Elba. Il paesaggio è montuoso, verosimilmente ispirato ai panorami dell’Elba.

A fianco del teatro è possibile visitare il Bureau del Teatro che presenta un esposizione permanente “La vita all’Elba di Napoleone” con mobili, arredi, tappeti dell’epoca e delle bellissime foto realizzate durante il Bicentenario dell’arrivo dell’Imperatore in esilio all’Elba.

ORARI DI VISITA
9:30 – 13:00 dal lunedì al venerdì. Su prenotazione il fine settimana telefonando al 0565 1930894 o scrivendo a info@visitaportoferraio.com

TARIFFE:

Bigliettazione singola:
Intero € 5,00  – Ridotto € 3,00 per ragazzi 9-18 anni, studenti universitari, over 70, gruppi oltre 15 persone.

Cosmopoli Card:
Intero € 15,00 – Famiglia € 10,00 a persona (minimo 3 persone) – Ridotto: € 12,00 per ragazzi 9-18 anni, studenti universitari, over 70, gruppi oltre 15 persone.

La Cosmopoli Card è un ticket d’ingresso unico per tutte le strutture del centro storico di Portoferraio in gestione alla Società Cosimo de’ Medici: Fortezze medicee, Forte Falcone, Teatro dei Vigilanti – R. Cioni, Area archeologica della Linguella, Villa romana delle Grotte, Pinacoteca Foresiana.

Museo della Misericordia

Nel piccolo Museo, accanto alla chiesa, sono conservati importanti ricordi napoleonici, tra cui la maschera in bronzo e il calco della mano dell’Imperatore francese, ricavata a Sant’Elena dal suo medico personale il corso Antonmarchi.

misericordia2

Fortezze Medicee e Forte Falcone

L’ingresso alle Fortezze è in fondo a Via Guerrazzi, strada comunemente detta della “Porta a Terra” proprio perché conduce al secondo accesso della città medicea. Suggestiva è la passeggiata sul “Fronte d’Attacco”, un complesso architettonico maestoso ed imponente che chiude ad ovest l’antica Cosmopoli, città di Cosimo.

Fortificazione costituita da bastioni posti a quote diverse degradanti verso il mare, fu uno dei principali poli difensivi della città insieme al Forte Falcone, Forte Stella e la Linguella; progressivamente potenziati, furono luoghi di residenza militare ed importanti punti di osservazione e avvistamento.

Oggi, panchine, un punto di ristoro, giochi per bambini permettono di trascorrere piacevoli momenti sospesi tra presente e passato, regalando al visitatore un’immersione suggestiva nell’illustre storia della città.

ORARI DI VISITA DELLE FORTEZZE MEDICEE
8:00 – 20:00

TARIFFE: ingresso gratuito

ORARI DI VISITA DI FORTE FALCONE
9:30 – 13:30 / 17:00 – 22:30

TARIFFE:

Bigliettazione singola:
Intero € 5,00  – Ridotto € 3,00 (famiglie minimo 3 persone, ragazzi 9-18 anni, studenti, over 70, gruppi oltre 10 persone)

Cosmopoli Card:
Intero € 14,00 – Famiglia € 10,00 a persona (minimo 3 persone) – Gruppi € 10,00 (oltre 10 persone; gratuità per guida o accompagnatore).

La Cosmopoli Card è un ticket d’ingresso unico per tutte le strutture del centro storico di Portoferraio in gestione alla Società Cosimo de’ Medici: Fortezze medicee, Forte Falcone, Teatro dei Vigilanti – R. Cioni, Area archeologica della Linguella, Villa romana delle Grotte, Pinacoteca Foresiana.

 

fortezze2

 

 

Museo Civico Archeologico Della Linguella

Il Museo Civico Archeologico della Linguella, piccolo ma molto interessante, espone reperti archeologici ritrovati a bordo delle navi romane naufragate nei pressi dell’isola d’Elba e nell’Arcipelago, dove si incrociavano le rotte commerciali. Fin dai tempi più antichi la presenza di materiale ferroso  costituì un forte richiamo per etruschi, greci e romani.

A fianco del museo, l’Area archeologica della Linguella, dove, affacciati sul mare, si trovano i resti di fondamenta e pavimentazione di una villa romana databile nelle sue varie fasi dalla metà del I sec. a.C alla fine del III sec. d.c.

Dove si trova:

Nella parte antica di Portoferraio, alla fine della  Darsena Medicea, accanto alla Torre ottagonale della Linguella.

ORARI DI VISITA
9:30 – 13:30 / 17:00 – 22:30

TARIFFE:

Bigliettazione singola:
Intero € 5,00  – Ridotto € 3,00 (famiglie minimo 3 persone, ragazzi 9-18 anni, studenti, over 70, gruppi oltre 10 persone)

Cosmopoli Card:
Intero € 14,00 – Famiglia € 10,00 a persona (minimo 3 persone) – Gruppi € 10,00 (oltre 10 persone; gratuità per guida o accompagnatore).

La Cosmopoli Card è un ticket d’ingresso unico per tutte le strutture del centro storico di Portoferraio in gestione alla Società Cosimo de’ Medici: Fortezze medicee, Forte Falcone, Teatro dei Vigilanti – R. Cioni, Area archeologica della Linguella, Villa romana delle Grotte, Pinacoteca Foresiana.

archeo2

Villa Romana delle Grotte

In epoca romana il golfo di Portoferraio fu sede di due ville per le vacanze di ricche famiglie di Roma. I resti di una seconda sono visibili presso la torre del Martello, adiacente al Museo Archeologico a Portoferraio.

La villa delle Grotte, che domina il golfo di Portoferraio, fu costruita nel I secolo A.C. e abbandonata già nel II secolo D.C.

Dal IV al VI Secolo, ormai in rovina, fu nuovamente abitata, probabilmente da monaci eremiti. Nel periodo del 1799-1802 l’Elba fu teatro di confronto fra francesi e i presidi fedeli al Granduca di Toscana aiutati da insorti elbani e dalla marina britannica. In quei difficili anni i muri perimetrali della villa furono abbattuti per installare una batteria di cannoni d’assedio.

I reperti trovati durante gli scavi degli anni 60 sono visibili presso il museo Archeologico della Linguella, a Portoferraio.

Orari:
Dal 20 Aprile  al 9 Giugno e dal 26 Settembre al 3 Novembre (venerdì, sabato, domenica e festivi): 10:00 – 12:30 / 14:30 – 18:40;
Dal 10 Giugno al 25 Settembre: 10:00 – 12:30 / 17:00 – 20:00

Aperto tutto l’anno su prenotazione.

Biglietti:

Intero € 5,00, ridotto € 3,00 (9-18 anni, over 70) / Gratuito (fino a 8 anni, portatori di handicap e accompagnatore, residenti Isola d’Elba) ;

Cosmopoli Card:
Intero € 14,00 – Famiglia € 10,00 a persona (minimo 3 persone) – Gruppi € 10,00 (oltre 10 persone; gratuità per guida o accompagnatore).

La Cosmopoli Card è un ticket d’ingresso unico per tutte le strutture del centro storico di Portoferraio in gestione alla Società Cosimo de’ Medici: Fortezze medicee, Forte Falcone, Teatro dei Vigilanti – R. Cioni, Area archeologica della Linguella, Villa romana delle Grotte, Pinacoteca Foresiana.

Info: tel. +39 327 8369680 – villadellegrotte@gmail.com – Cosimo dè Medici, tel. +39 944024

le-grotte2

 

La Pinacoteca Foresiana

Allestita nei locali della storica caserma De Laugier, la Pinacoteca Foresiana espone al pubblico alcuni tra i più rilevanti oggetti d’arte della collezione di Mario Foresi: si tratta di dipinti, stampe di autori e scuole.

Visita consigliata per i cultori dell’arte, la Pinacoteca Foresiana custodice le magnifiche opere di celebri autori come Signorini, Cannici, Nomellini, Cigheri, Bilivert, Lapi ed altri artisti famosi.

pinacoteca2

Orari:
Invernale: 9.00 – 12.00 martedì e giovedì
Estivo: 9.00 – 12.00 dal lunedì al venerdì
Visite guidate su richiesta

Open Air Museum Italo Bolano

L’Open Air Museum è stato ideato e realizzato dall’artista elbano Italo Bolano nel 1965 con il nome di International Art Center, oggi sezione culturale del Museo.

Crocevia internazionale dell’arte e della cultura è un luogo per artisti e pubblico. Ci si può incontrare, discutere, lavorare o intrattenersi nel parco, in un’atmosfera magica, arcade, fuori del tempo. L’arte e la natura vivono in perfetta armonia e i 30 monumenti, come guardiani della valle si fondono con suggestione in un parco di 10.000 metri quadri di piante mediterranee, mimose, eucalipti, cipressi, mirti,oleandri ecc.

 

 

bolano2