Acquario dell’Elba

TESTETESTE
  • acquario-01
  • acquario-02
  • acquario-03
  • acquario-04
  • acquario-05
  • acquario-06
  • acquario-07
  • acquario-08
  • acquario-09
  • acquario-10

Descrizione

L’Acquario dell’Elba è frequentato annualmente da oltre 50.000 visitatori ed è considerato, per dimensioni e varietà di specie ospitate, uno fra i più completi acquari mediterranei esistenti nonché una delle più importanti risorse dell’acquariologia italiana.

Su una superficie interamente coperta di circa 1000 metri quadrati, che consente la visita con qualsiasi condizione climatica, sono in funzione un centinaio di vasche dalle più svariate forme e dimensioni, alimentate da oltre 200.000 litri d’acqua. Progettate dall’lng. Piero Tiberto e arredate dallo staff dell’Acquario con materiali naturali e artificiali che riproducono fedelmente gli habitat caratteristici delle varie specie, le vasche regalano l’emozione di avventurarsi fra le meraviglie del nostro mare, alla scoperta di una ricchezza biologica che ha poco da invidiare a quella dei mari tropicali.

Più di 150 sono le differenti specie di organismi marini mediterranei solitamente presenti in Acquario, tutti raccolti in maniera assolutamente etica, recuperando semplicemente, fra gli “scarti” della pesca professionale, pesci e invertebrati destinati alla pentola o comunque a morte certa.

Tra le specie mediterranee ospitate nelle vasche segnaliamo:
– Pesci: sono visibili tutte le principali specie costiere, diverse specie pelagiche e alcune di profondità;
– Crostacei, dalle aragoste alle più disparate varietà di gamberi, granchi e cicale;
– Molluschi, dai “cuginetti” del mitico Polpo Paul, che da qui è partito per la sua fortunata carriera di indovino, al tritone, la più grande “lumaca” esistente nei nostri mari, passando per una grande varietà di conchiglie, enormi o microscopiche;
– Echinodermi, ovvero ricci di mare, stelle marine e oloturie.

Tutti gli amanti della natura e del mare hanno così la possibilità di imparare a riconoscere, apprezzare e proteggere le innumerevoli forme di vita che si incontrano nuotando con una semplice maschera nelle acque dell’isola, e anche i subacquei più esperti restano stupiti nell?osservare animali rari o solitamente poco visibili che popolano il Mare Nostrum.

Conservazione e divulgazione ambientale
L’Acquario dell’Elba è costantemente impegnato anche sul fronte della conservazione e dell’educazione ambientale e collabora con il Corpo Forestale, la Capitaneria di Porto e le associazioni ambientaliste per il recupero e la protezione delle tartarughe marine, spesso ospitate nelle vasche dopo catture accidentali o spiaggiamenti. Gli esemplari feriti vengono curati, riabilitati e generalmente rimessi in libertà dopo un periodo di convalescenza. Quando non è possibile liberarli, come nel caso di un’anziana tartaruga Caretta caretta quasi cieca, gli animali rimangono graditi ospiti a nuotare indisturbati nelle grandi vasche dell’Acquario.

Il Museo Faunistico
Annesso all’Acquario è presente un piccolo ma rappresentativo settore tropicale, con squali e piranhas, e l’interessante Museo Faunistico che fornisce un valido aiuto per conoscere la fauna selvatica del Parco Nazionale Arcipelago Toscano, facilitando anche ai meno esperti l’osservazione in natura delle diverse specie di uccelli e mammiferi. Il Museo Faunistico ospita oltre 250 esemplari tassidermizzati, collocati in realistici diorami che riproducono i principali habitat naturali di quasi 170 differenti specie, tutte segnalate come presenti nelle isole toscane.

Come arrivare
L’Acquario dell’Elba è situato a Marina di Campo, nel versante sudoccidentale dell’isola. I cartelli stradali indicanti l’Acquario sono ben distribuiti e ben visibile è anche l’insegna luminosa “M2” che sovrasta l’omonimo complesso.
– Da Marina di Campo: seguire i cartelli per Lacona-Porto Azzurro e prima dell’inizio della salita svoltare a destra seguendo le indicazioni. A piedi sono poco più di 2 km dal centro del paese.
– Da Marciana, Marciana Marina e Portoferraio: arrivati a Procchio continuare in direzione Marina di Campo fino alla rotonda e seguire le indicazioni per Lacona-Porto Azzurro: prima dell’inizio della salita svoltare a destra seguendo i cartelli indicativi.
– Da Rio Marina, Porto Azzurro e Capoliveri: seguire i cartelli per Marina di Campo e attraversata la piana di Lacona imboccare la salita del “Monumento”. Terminata la discesa svoltare a sinistra.

Orari d’apertura
L’Acquario (tel. 0565.977885; www.acquarioelba.com) è aperto da aprile ai primi di novembre ed è visitabile tutti i giorni con i seguenti orari:
– da marzo alla fine di maggio e dal 16 settembre al 4 novembre dalle 9.00 alle 19.00 con orario continuato.
– dal 1° giugno al 15 settembre dalle 9.00 alle 23.30 con orario continuato.

Ingresso
€ 7,00 adulti, € 3,00 ragazzi da 3 a 10 anni.

Richiesta informazioni diretta

(*) campi obbligatori

Chi sei


Per ricevere una risposta precisa vi preghiamo di definire al meglio la vostra richiesta (es: età bambini, tipo di sistemazione o trattamento richiesti, necessità personali).

Cosa e quando

Privacy policy

Via Guerrazzi 35 - 57037 Portoferraio
Contatti
info@elbalink.it

Partita Iva 01586320499
Si riceve per appuntamento informativa estesa cookies